800.92.60.16
info@sorgedil.it
Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
Chiama Gratuitamente Sorgedil

Vai ai contenuti
Compila per essere contattato:
Oppure Richiedi Gratuitamente:

Isolamento Acustico Rumori Aerei - SORGEDIL - Milano

Info Utili▼ > Argomenti Rumore Casa▼
 RUMORE AEREI  


Insonorizzazione rumore aerei Isolamento acustico rumore aerei (fonoisolamento pareti, insonorizzazione parete esistente, consigli e accorgimenti pratici, la legge di massa, isolamento acustico delle facciate).

Parliamo di isolamento acustico dal rumore aereo nelle nostre case, ovvero quel suono che viene prodotto direttamente nell’aria e che giunge alle ns. orecchie attraversando altra aria (radio e televisore, persone che parlano, l’aspirapolvere, alcuni strumenti musicali); molti di questi rumori prima di giungere a noi incontrano un ostacolo solido che può essere una parete, un soffitto, una finestra ecc , che un poco ci “proteggeranno” da questi disturbi. Come fare affinchè le strutture delle ns. case ci isolino meglio: quali sono sono i principali problemi da risolvere per migliorare la tenuta acustica di una parete al rumore aereo?

Il primo problema è la poca massa superficiale ( il peso al metroquadro), perchè vi sono molte abitazioni che hanno strutture divisorie assai leggere, mentre la principale legge fisica dell’isolamento acustico ( Legge della Massa) ci dice che una struttura pesante fermerà il suono molto più di una struttura leggera; quindi dobbiamo aumentare il peso della ns. ipotetica parete divisoria; purtroppo non è così semplice, perchè la stessa Legge della Massa ci dice anche che ogni volta che raddoppiamo il peso della struttura andiamo a migliorare di circa 6 dB, ma purtroppo un’altra legge di acustica ci dice anche che per ottenere un dimezzamento del disturbo dovremmo migliorare di almeno 10 dB e quindi non basterà raddoppiare ma occorrerebbe quadruplicare il peso per arrivare a circa 12 dB di miglioramento ; ma questo purtroppo non si può fare perchè la casa crollerebbe per l’eccessivo peso ( vedremo più avanti come è stato risolto questo problema).

Il secondo problema, che spesso è trascurato anche da aziende e artigiani “parzialmente competenti in acustica”, è quello della tenuta all’aria; dove vi è un passaggio di aria vi sarà passaggio di suono, quindi è molto importante rendere stagne le superfici da insonorizzare; è facile capire che in un serramento non basterà sostituire i vetri per avere un buon isolamento acustico, ma tutti i più piccoli “spifferi” delle guarnizioni e anche la tenuta tra serramento e telaio perimetrale, o tra telaio e muratura, saranno da evitare, pertanto l’isolamento acustico delle facciate dipenderà molto più dalla corretta posa dei serramenti che dalla scelta dei migliori materiali per le murature e le vetrate; ma anche le pareti divisorie che spesso presentano piccole fessurazioni negli intonaci, tracce e buchi per gli impianti ( pensate alle scatolette elettriche, alcune volte togliendole ci è capitato di vedere la scatoletta del vicino o la luce dall’altra parte), dove andando a renderle stagne non otterremo un grande guadagno ma più correttamente una “non perdita” in termini acustici.

Il terzo e più importante problema, quello che solo le aziende competenti e serie Vi spiegheranno bene, viene dai percorsi laterali; il suono che giunge alle ns. orecchie percorrerà tutti i percorsi possibili e non solo quello attraverso il tramezzo insonorizzato; quindi la parete “perfetta” che teoricamente potesse abbattere tutto il suono presente dall’altro lato, in realtà sarà aggirata dal suono lungo le due pareti laterali + il pavimento + il soffitto + (un pochino) anche dalla parete opposta. Questo fenomeno è importante nel rumore di tipo aereo , ma è addiruttura fondamentale nell’isolamento acustico di rumori da impatto o vibrazione perchè se trascurato produce delle perdite di isolamento talmente elevate da annullare ogni tipo di risultato ottenuto, ( il tipico esempio sono i rumori da calpestio risolti poco o per nulla dai pavimenti galleggianti o dai controsoffitti mal progettati).

Parliamo ora delle soluzioni, tenendo bene in conto i tre problemi sopra descritti, suddivise quindi per i vari tipi di problema da affrontare per migliorare l’isolamento acustico di:


Pareti divisorie interne.

  • Si procedera alla stagnatura aerea, applicando in aderenza una speciale guaina adesiva ( es. Index TopSilent) che interesserà anche la zona delle scatolette (questo per risolvere il problema della tenuta all’aria);
  • si poseranno lungo tutto il perimetro delle apposite striscie antivibranti su cui appoggerà il telaio metallico di sostegno ( questo per limitare le trasmissioni lungo il bordo perimetrale della controparete);
  • riempimento dell’intercapedine creata con un fonoassorbente che abbini alle caratteristiche acustiche la massima stabilità di prestazioni nel tempo ed assoluta sicurezza e salubrità (es. Fibra in Poliestere/Lana di vetro); rivestimento del telaio con lastre in cartongesso normali o speciali, in base al peso previsto con i calcoli progettuali ( questo risolve il problema della poca massa, creando un sistema isolante sul principio massa/molla/massa , che è molto più efficace della massa pura);
  • perfetta sigillatura di tutti i giunti.

N.B: Abbiamo qui ottenuto una ottima parete fonoisolante, ma il rumore che giungerà alle nostre orecchie passando dalle altre due pareti, dal pavimento e dal soffitto, non è stato interessato da tale intervento.


Pareti esterne.

Prima parliamo di cosa vorremmo ottenere, perchè per il rumore aereo sappiamo che la finestra è il primo punto debole; se l’isolamento del serramento sarà molto elevato ( assai superiore ad Rw 40 in opera, come ad esempio ottenibile con il doppio serramento) allora potrebbe avere un senso anche intervenire sulla parete esterna, dove una soluzione simile a quella delle divisorie interne sarà veramente efficace.


Soffitti.

Non serve a nulla intervenire sui soffitti con materiali in aderenza, bisogna sempre creare una intercapedine; anche la stagnatura con guaine applicate serve a poco, salvo quando vi sono fori ed impianti passanti tra i due piani, che saranno da proteggere con sistemi studiati sul posto.
  • si poseranno lungo tutto il perimetro delle apposite strisce antivibranti dove appoggerà il telaio metallico di sostegno ( questo per limitare le trasmissioni lungo il bordo perimetrale del controsoffitto);
  • il telaio in metallo sarà montato ad una certa distanza dal plafone (maggiore la distanza = maggiore l’isolamento), il telaio metallico sarà autoportante ( quindi senza punti di contatto o sospensione al soffitto esistente) oppure sospeso con pendini antivibranti;
  • riempimento dell’intercapedine creata con un ottimo fonoassorbente;
  • rivestimento del telaio con lastre in cartongesso normali o speciali, in base al peso previsto con i calcoli progettuali ( questo risolve il problema del difficile incremento della massa, creando un sistema isolante sul principio massa/molla/massa , che è molto più efficace del semplice incremento della massa pura);



 DICONO DI NOI  
Hanno chiesto un preventivo, hanno scelto noi... come è andata?


Mi sono rivolta alla ditta Sorgedil dopo aver scartato soluzioni che mi erano state proposte ma che non garantivano un risultato efficace di riduzione del rumore e mi sono quindi convinta che questo tipo di lavoro dovesse essere eseguito da una ditta specializzata. Ho trovato il loro indirizzo in Internet, mi è piaciuto il sito molto dettagliato e ricco di informazioni utili. Dopo averli contattati, ho ricevuto una risposta sollecita e ho apprezzato l’attenzione al dettaglio nella richiesta di informazioni per l’esecuzione al meglio del lavoro. La soluzione installata nel mio appartamento è la SOLUZIONE TRANQUILLITA' SUPERIOR su due pareti confinanti con l’appartamento vicino. Il lavoro è stato svolto con puntualità, professionalità e velocemente. Non abito ancora nell’appartamento in cui è stato eseguito l’intervento di insonorizzazione, ma ho già effettuato una prova (con rumori di voci e TV a volume alto provenienti dall'appartamento confinante) che ha avuto buon esito, per cui mi sento di raccomandare Sorgedil sin da ora.
Danila Lo Gatto - Genova


Dovendo trasferirci in una nuova abitazione, io e mia moglie eravamo preoccupati per possibili disturbi causati da rumori nella camera da letto, provenienti dall'appartamento adiacente confinante con una parete, e con quello soprastante attraverso il soffitto, oltre che dai disturbi esterni che, malgrado i doppi vetri degli infissi, potevano filtrare soprattutto dai cassonetti. Dopo una indagine in rete, abbiamo deciso di rivolgerci alla Sorgedil. Il titolare è venuto a fare un sopralluogo e ci ha prospettato le possibili soluzioni (parete isolante, soffitto autoportante con diversi strati di protezione acustica, rivestimento interno dei cassonetti con gomma piombo e non con una inefficace gommapiuma...) Abbiamo constatato che i materiali erano di qualità e le motivazioni espresse per il tipo di intervento convincenti, e abbiamo deciso di procedere. Il lavoro è stato fatto nei tempi prospettati - dopo soltanto una settimana dall'accettazione - in modo molto efficiente e professionale, esattamente secondo quanto era descritto nel preventivo. In particolare il "caposquadra", Mohammed, si è dimostrato una persona squisita dal punto di vista umano oltre che bravissimo professionalmente. In conclusione, pur non abitando ancora stabilmente nella casa e quini non avendo potuto verificare del tutto il risultato dell'intervento, siamo convinti che sia stato fatto il meglio proponibile per l'isolamento acustico e ci riteniamo molto soddisfatti del lavoro svolto.
Marco Fraternali, Pavia



SORGEDIL - Isolamento Acustico Rumori calpestio
SORGEDIL- Insonorizzare soffitto



  CONTATTI  












I nostri uffici sono Aperti:
dal Lunedì al Venerdì (9.00 - 13.00) e (14.00 - 18.00)


Perchè aspettare? Chiama!


Tutti i numeri sono attivi negli orari sopra indicati: ufficio, cellulare e numero verde.




oppure gratis...




oppure...


 CHI SIAMO  


La SORGEDIL , grazie alla competenza e precisione del suo personale ed all'attenta cura dei particolari, è in grado di interfacciarsi con ogni realtà per offrire il miglior servizio di isolamento acustico ed insonorizzazione civile ed industriale.


Ci avvaliamo in tutta Italia di Tecnici Competenti in Acustica, ai sensi dell’art. 2. commi 6 e 7 della legge 26 ottobre 1995, n° 447, iscritti all’elenco Nazionale ENTECA.

Responsabile Ufficio Tecnico
Sorge Vittorio

Il sistema della Sorgedil è suddiviso in categorie: CASA, AZIENDA, MUSICA, LOCALI con prodotti specifici per ogni categoria.



 CENTRI OPERATIVI  


PIEMONTE
: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli

LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese

EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia

VENETO: Verona, Vicenza

LIGURIA: Genova, Savona

LAZIO: Roma e Provincia



SORGEDIL Di Sorge Vittorio
Ufficio: Lombardia - Cabiate - Via Santambrogio N°17, 22060
Ufficio: Lazio - Roma - Via Raffaele De Cesare N°107, 00179
Ufficio: Sardegna - Sassari - Via Roald Amundsen 12, 07100
Ufficio: Sicilia – Comiso – Ragusa - Contrada Bellona 234, 97013
P.I. 03208620132
Copyright © Sorgedil 2017
Isolamento Acustico anche a: Milano - Bergamo - Brescia - Como - Cremona - Lecco - Lodi - Mantova - Monza - Pavia - Sondrio - Varese - Roma - Torino - Genova - Bologna - Firenze - Venezia - Verona - Modena - Cagliari

ISOLAMENTO ACUSTICO:

Casa


Locali


Musica


Azienda


Torna ai contenuti