800.92.60.16
info@sorgedil.it
Contatta Sorgedil Isolamenti Acustici
Chiama Gratuitamente Sorgedil

Vai ai contenuti
Compila per essere contattato:
Oppure Richiedi Gratuitamente:

Spiegazioni Insonorizzazione Case Piu Silenziose - SORGEDIL - Milano

Info Utili▼ > Guida Insonorizzazione▼



  CASE PIU SILENZIOSE  

Legislazione

La legge che regolamenta i “problemi di rumore” in Italia è la Legge Quadro 447/95. La legge che invece indica i livelli massimi di rumore ammissibili nelle diverse zone dei Comuni è il DM 14/11/97.

Le attività rumorose non possono immettere nell’ambiente esterno rumori che superino i valori previsti per Legge.

In ogni caso in un ambiente non vi può essere una differenza di più di 5 dB rispetto al rumore residuo di giorno (dalle 6.00 alle 22.00), e di più di 3 dB di notte (dalle 22.00 alle 6.00). La verifica viene eseguita con una misurazione fonometrica.

Infine i valori di isolamento ai rumori che devono possedere gli edifici una volta realizzati sono indicati nel DPCM 5-12-1997.

Il DPCM 5/12/1997

Nelle nostre case siamo sottoposti a diversi tipi di disturbo:

- rumori aerei, provenienti dall’esterno o dai vicini;

- rumori impattivi, provenienti dal calpestio dei vicini, dei giochi, ecc;

- rumori di impianti di riscaldamento, sanitari, ecc;

Il DPCM 5-12-1997 indica i valori di isolamento acustico che devono possedere le abitazioni per queste tipologie di rumori.

Valori legislazione Insonorizzazione

con:

R’w - Indice del potere fonoisolante apparente di partizioni divisore tra unità immobiliari (pareti e solai);

D 2m,nT,w - Indice dell’isolamento acustico di facciata;

L’ n,w - Indice del l ivello di rumore di calpestio di solai;

L Asmax - Livello massimo di rumore per gli impiantia funzionamento discontinuo (es. scarichi);

L Aeq - Livello massimo di rumore per gli impianti a funzionamento continuo (es. caldaie, condizionatori);



Le facciate

Le finestre e i cassonetti degli avvolgibili sono i maggiori responsabili del rumore proveniente dall’esterno. Per ottenere un buon isolamento acustico dai rumori esterni, si devono migliorare le caratteristiche del vetro, del serramento, del cassonetto, del sottofinestra, e delle bocchette di aerazione.

Con la sola sostituzione di un vetro semplice con un vetro camera non si ottengono buoni risultati. Meglio posare due vetri più pesanti o meglio ancora stratificati.

La tenuta all’aria dei serramenti è un buon sistema per migliorare il fonoisolamento. La tenuta all’aria dei serramenti è identificata da 5 diverse classi. La classe 0 riguarda i serramenti non sottoposti a prova, le classi dalla 1 alla 4 sono ordinate dalla permeabilità più alta alla più bassa. La classe 4 è quindi la migliore. Nella tabella di seguito sono riportati i valori del potere fonoisolante per alcuni tipi di vetro. Anche le griglie di ventilazione sono elementi attraverso cui il rumore si trasmette. Esistono dispositivi che consentono di limitare la rumorosità delle prese d’aria.


Rumori attraverso i divisori

I muri isolano dal rumore in due modi:

- con il loro peso (Legge della massa: maggiore è il peso, maggiore è l’isolamento offerto);

- con il loro effetto smorzante (pareti leggere);

Per migliorare l’isolamento di una parete si può intervenire con sistemi leggeri, molto efficaci alle alte frequenze. Si tratta di contropareti di gesso rivestito accoppiate a materiale isolante fibroso che possono essere incollate (senza punti rigidi) alle pareti esistenti, oppure fissate su orditure metalliche montate sulle pareti.

Attenzione che le strutture metalliche non siano a diretto contatto con il pavimento o il soffitto: ogni punto rigido ne diminuisce enormemente l’efficacia. Servono quindi nastri e guarnizioni elastiche.

R w è il potere fonoisolante. Più è elevato, meglio è. Al contrario L nw , il livello di rumore di calpestio dei solai, esprime il rumore che passa e quindi più è basso e meglio è. La misura di R w e L nw viene effettuata in laboratorio e riguarda solo la struttura misurata.

Nella pratica invece ogni struttura (parete, pavimento, porta, ecc.) è collegata con le strutture contigue a cui trasmette il rumore. Il potere fonoisolante R w deve quindi essere corretto per tener conto di tali percorsi laterali e si indica con R’ w .



Gli effetti laterali

Attenzione: il rumore è uno scansafatiche e fa sempre i l percorso p iù facile: basta un buco o un “ ponte acustico” in una parete isolata benissimo, che rumore passa tutto di là.

Attenzione anche alle s catolette elettriche! In molti casi è necessario isolarle rivestendole con materiali “pesanti”.


Nel percorso da un ambiente A ad un ambiente B l’energia sonora si trasforma in lavoro e parte di questo in calore all’interno della parete di separazione.
Il calore viene smaltito, l’energia rimanente si trasmette all’ambiente B. Minore è quest’ultima, maggiore è il potere fonoisolante della parete. Una parte dell’energia viene riflessa e torna in A, se è una frazione importante il muro si dice riflettente, altrimenti è fonoassorbente. Il rumore si trasmette in tutti i modi possibili e su tutti i percorsi possibili.

Le vibrazioni prodotte in un ambiente emergono in quello contiguo come rumori aerei, ma si trasmettono anche sulle strutture vicine. I rumori aerei si trasformano in vibrazioni nelle strutture e si trasmettono agli ambienti vicini.

Non sempre è la parete divisoria a trasmettere direttamente il rumore, ma possono essere le pareti laterali.


Rumori impattivi

Per isolare un pavimento esistente dai rumori di calpestio esistono almeno tre modi:

  • Si può utilizzare un sistema resiliente a secco costituito da pannelli rigidi e feltrini preaccoppiati di basso spessore, su cui incollare il nuovo rivestimento (abbattimento del rumore di 17 - 20 dB);


  • Se l’altezza del soffitto lo permette, è efficace realizzare un “massetto galleggiante” costituito da un materiale elastico, ma ammortizzato, su cui realizzare un massetto e poi il nuovo pavimento che deve essere totalmente indipendente da quello vecchio e deve poter vibrare senza alcun punto di contatto con il solaio e con le pareti (in questo caso si ottengono abbattimenti del rumore di oltre 20 dB).


Particolare cura deve essere posta nella realizzazione del massetto, altrimenti vi è il rischio di rottura del rivestimento (piastrelle o marmo).

  • Un terzo sistema, quando non si può proprio intervenire sul pavimento, è quello di isolare il soffitto ed intercettare il rumore aereo.


Consiste nel realizzare un controsoffitto il più possibile continuo e riempire l’intercapedine con materiale fibroso o poroso per evitare che l’intercapedine diventi una cassa armonica.

In tal modo però non si può evitare che il rumore ‘scappi via’ dalle pareti laterali. Per evitare le fughe laterali occorre estendere l’intervento anche alle pareti.

Attenzione: il massetto e il pavimento non devono avere alcun punto di contatto con le pareti circostanti, altrimenti l’efficacia si riduce moltissimo.



Il fonoassorbimento

L’eco è il risultato del rumore che viene riflesso da una superficie. Negli ambienti chiusi di grandi dimensioni il rumore può “rimbalzare” sulle superfici più volte generando un senso di fastidio e malessere.

Per attenuarlo basta rivestire opportunamente le pareti di materiali “fonoassorbenti”, che cioè assorbono la maggior parte dell’energia incidente.

La caratteristica degli ambienti è il tempo di riverberazione (più è alto, più l’eco è lunga): esso dipende anche dal tipo di intervento di fonoassorbimento eseguito nell’ambiente e dal materiale applicato. La caratteristica dei materiali è il coefficiente di fonoassorbimento. (un valore compreso tra 0 e 1: più è alto, e più il materiale è fonoassorbente).

Un tempo di riverberazione molto lungo può causare danni alla salute. Un tempo di riverberazione troppo breve dà la sensazione di un ambiente sordo e può essere molto fastidioso. Il tempo di riverberazione ottimale deve essere realizzato in funzione della destinazione d’uso degli ambienti (sale da musica, auditorium, teatri, scuole).


Rumore degli impianti

Le vibrazioni prodotte dagli impianti e dall’acqua che vi circola si trasmettono ai muri (negli attraversamenti e negli appoggi).

Bisogna perciò interrompere la continuità delle tubazioni con appositi materiali elastici e supporti. In certi casi è anche necessario rivestire le tubazioni con materiali
pesanti per incrementarne il potere fonoisolante.

Infine è anche possibile utilizzare tubazioni e scarichi preisolati, cioè costruiti con materiali antivibranti e assemblati con supporti e giunti speciali in modo da contenere il rumore.



  DICONO DI NOI  
Hanno chiesto un preventivo, hanno scelto noi... come è andata?

Buongiorno,volevamo io e mia moglie ringraziare la ditta Sorgedil del Sig.Sorge Vittorio per averci risolto il nostro problema.Sotto la nostra camera da letto abbiamo un monolocale e essendo mura vecchie sentivamo tutti i rumori.Abbiamo contattato la Ditta Sorgedil, che dopo un accurato sopralluogo,ci ha spiegato i motivi e la soluzione al nostro problema.Hanno fatto un controsoffitto acustico e nella nostra stanza una parete nella stessa maniera.Il lavoro è stato svolto egregiamente e anche in tempi rapidi e noi abbiamo risolto in maniera definitiva il nostro problema.Grazie ancora ora dormiamo sonni tranquilli. 
Andrea Bertoldo. Casciago (VA)

Mi sono rivolta alla ditta Sorgedil dopo aver scartato soluzioni che mi erano state proposte ma che non garantivano un risultato efficace di riduzione del rumore e mi sono quindi convinta che questo tipo di lavoro dovesse essere eseguito da una ditta specializzata. Ho trovato il loro indirizzo in Internet, mi è piaciuto il sito molto dettagliato e ricco di informazioni utili. Dopo averli contattati, ho ricevuto una risposta sollecita e ho apprezzato l’attenzione al dettaglio nella richiesta di informazioni per l’esecuzione al meglio del lavoro. La soluzione installata nel mio appartamento è la SOLUZIONE TRANQUILLITA' SUPERIOR su due pareti confinanti con l’appartamento vicino. Il lavoro è stato svolto con puntualità, professionalità e velocemente. Non abito ancora nell’appartamento in cui è stato eseguito l’intervento di insonorizzazione, ma ho già effettuato una prova (con rumori di voci e TV a volume alto provenienti dall'appartamento confinante) che ha avuto buon esito, per cui mi sento di raccomandare Sorgedil sin da ora.
Danila Lo Gatto - Genova



SORGEDIL - Come isolare acusticamente una stanza
SORGEDIL - Infisso Inosnorizzato



  CONTATTI  












I nostri uffici sono Aperti:
dal Lunedì al Venerdì (8.30 - 12.30) e (14.30 - 18.30)



Perchè aspettare? Chiama!

031.75.69.50 

    oppure gratis...

800.92.60.16

oppure...

   339.13.69.788

...ci trovi sempre!




 CHI SIAMO  


La SORGEDIL , grazie alla competenza e precisione del suo personale ed all'attenta cura dei particolari, è in grado di interfacciarsi con ogni realtà per offrire il miglior servizio di isolamento acustico ed insonorizzazione civile ed industriale.


Tecnico Competente in Acustica Ambientale , ai sensi dell’art. 2. commi 6 e 7 della legge 26 ottobre 1995, n° 447 e delibera regionale 17 maggio 1996, n° 13195, riconosciuto dalla Regione Lombardia con Decreto n° 4103/98.

Responsabile Ufficio Tecnico
Sorge Vittorio

Il sistema della Sorgedil è suddiviso in categorie: CASA, AZIENDA, MUSICA, LOCALI
con prodotti specifici per ogni categoria.


 CENTRI OPERATIVI  


PIEMONTE
: Alessandria, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Verbano, Cusio, Ossola, Vercelli

LOMBARDIA: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza, Brianza, Pavia, Sondrio, Varese

EMILIA ROMAGNA: Bologna, Ferrara, Piacenza, Parma, Modena, Reggio Emilia

VENETO: Verona, Vicenza

LIGURIA: Genova, Savona

LAZIO: Roma e Provincia



SORGEDIL Di Sorge Vittorio
Ufficio: Lombardia - Cabiate - Via Santambrogio N°17, 22060
Ufficio: Lazio - Roma - Via Raffaele De Cesare N°107, 00179
Ufficio: Sardegna - Sassari - Via Roald Amundsen 12, 07100
Ufficio: Sicilia – Comiso – Ragusa - Contrada Bellona 234, 97013
P.I. 03208620132
Copyright © Sorgedil 2017
Isolamento Acustico anche a: Milano - Bergamo - Brescia - Como - Cremona - Lecco - Lodi - Mantova - Monza - Pavia - Sondrio - Varese - Roma - Torino - Genova - Bologna - Firenze - Venezia - Verona - Modena - Cagliari

ISOLAMENTO ACUSTICO:

Casa


Locali


Musica


Azienda


Torna ai contenuti